L'animatore pio

Versione stampabileVersione stampabile

Questo gruppo ha bisogno di pregare di più. Non ha senso fare troppe chiacchiere, la radice dell’Azione Cattolica sta nel rapporto con Dio, quindi penso che dobbiamo proporre un robusto programma di spiritualità che abbia come punti fermi l’adorazione eucaristica, la recita del Rosario e la meditazione personale. Ci dovremmo impegnare a partecipare a tutti i momenti di preghiera organizzati dagli altri gruppi parrocchiali, sostituendo con questi anche il nostro incontro, in caso di concomitanza. Dovremmo regalare a ciascun socio un libretto con una raccolta di preghiere antiche e moderne, con una particolare rassegna di quelle mariane. In fondo il Signore è il centro di tutto, ogni nostra riflessione è meglio metterla nelle sue mani.

Per la vita del gruppo la spiritualità non è un qualcosa da fare, né un percorso ‘altro’ rispetto alla vita. Anzi, è proprio un intreccio di ascolto e di vita che dialogano e si compenetrano. La spiritualità, incarnata, è un vivere secondo lo Spirito: in fondo “si prega come si vive, perché si vive come si prega” (CCC 2725). 
Nella comunità parrocchiale e nel gruppo gli adulti sono aiutati a gustare la bellezza della preghiera comunitaria e personale: vere relazioni d’amore col Signore e con i fratelli, che li spingono a vivere ed abitare “di più” il mondo e che prendono respiro dalla vita stessa. 
L’animatore fa ‘crescere la cura della propria vita spirituale e quella degli altri componenti del gruppo Adulti attraverso la lettura della Parola e delle vita’. Si lascia ‘stupire e coinvolgere dalle storie delle persone’ e ‘impara le domande con cui interrogare la Parola e la vita’ 
Ad un misticismo che sa di evasione e di isolamento, gli adulti sono spinti a preferire una preghiera che si fa azione, che va incontro alle attese profonde delle persone di questo tempo, prendendosene cura.

Mi impegno a… 
… accompagnare le persone del gruppo nella preghiera e (ri)pensare i ritmi di preghiera del gruppo #apartiredallavita di tutti e di ciascuno
… accompagnare gli adulti, anche con l’aiuto dell’assistente, nel riscoprire (o costruire!) la propria #regoladivita spirituale.