"Casa Nico" - Cosenza

Versione stampabileVersione stampabile

Lo scopo è quello di consentire ai ragazzi di inserirsi nel mondo del lavoro e nella società, facendo loro acquisire l’autonomia necessaria.

L’esperienza è nata all’esito di un lungo processo di riflessione che il Gruppo Adulti ha vissuto negli anni: rappresenta la risposta all’esigenza di dare concretezza alle scelte compiute nel percorso di formazione.

I ragazzi provengono dall’esperienza di uno SPRAR: due godono di una borsa-lavoro e stanno completando la loro formazione, rispettivamente in una piccola fabbrica di produzione di birra e in una tipografia; il terzo sta, con qualche fatica, portando a termine il suo percorso di studio in un istituto tecnico.

Il Gruppo Adulti, oltre a preoccuparsi della raccolta dei fondi – mediante autotassazione e forme artigianali di finanziamento – segue con discrezione i ragazzi, attivando le risorse professionali a disposizione; da qualche tempo a questa parte, i giovani dell’associazione parrocchiale hanno iniziato a frequentare la casa in fraternità.

L’esperienza porta il nome di Nicola “Nico” Carlucci, che profeticamente promosse i primi passi dell’esperienza e al quale si deve l’intuizione iniziale.

 

Biagio Politano

Vice presidente SA - Arcidiocesi di Cosenza-Bisignano